Con la bella stagione passeggiamo di più, anche al mare. Perché allora non raccogliere delle erbe spontanee commestibili da utilizzare poi in cucina? Ecco quelle che potete trovare nelle zone costiere e sul litorale. Vi presentiamo 10 erbe spontanee che potete trovare nelle vicinanze del mare:

  1. Finocchio marino
  2. Alimo
  3. Alisso marino
  4. Cakile maritima
  5. Cappero
  1. Il finocchio marino (Crithmum maritimum) si riconosce in quanto il suo fiore ha la forma di un ombrello e le sue piccole e allungate foglie hanno un odore simile a quello del più classico finocchio. Si tratta di un’erba particolarmente ricca di vitamina C, ottima dunque da consumare cruda per fare il pieno di questa sostanza. E’ inoltre un’erba depurativa e digestiva che aiuta in caso di gas intestinali. Le foglie si possono mangiare crude oppure leggermente sbollentate semplicemente condite con olio, sale e limone o ancora utilizzate per realizzare salse, condimenti e minestre.
  2. . L’Atriplex halimus, ovvero l’atreplice marino o atriplice alimo, cresce anche in terreni incolti sabbiosi e ha foglie commestibili e dal sapore delizioso. Cogliete quelle più giovani e mangiatele crude, noterete un insolito gusto leggermente salato. Meglio evitare invece le foglie grandi che contengono saponine.
  3. Questa pianta botanicamente nota con il nome di Lobularia Maritima si trova sui litorali, lungo le spiagge e sulle dune ma è usata anche in maniera ornamentale e si trova spesso nei vivai. Si riconosce per i suoi fiorellini bianchi che si possono raccogliere ed utilizzare per le vostre insalate estive.
  4. Questa pianta cresce lungo le coste, sulla sabbia anche abbastanza in prossimità dell’acqua. In questo caso potete raccogliere i fiori e le foglioline più giovani e tenere, evitando invece quelle più vecchie che di solito tendono ad avere un retrogusto amaro. Inserite questa erbaccia nelle vostre insalate per godere, oltre che del gusto, anche delle sue proprietà: è ricca di vitamine e sali minerali.
  5. Anche la pianta di cappero, conosciuta per l’utilizzo dei suoi boccioli, cresce spontaneamente in luoghi caldi e assolati quindi si può trovare sul litorale, in particolare dove sono presenti rupi e vecchi muri. Se intendiamo raccoglierlo possiamo scegliere i fiori e le foglie più giovani da inserire poi nelle nostre insalate estive o per capperi sotto sale.