Nella coltivazione delle zucchine non è difficile avere successo se si rispettano alcune condizioni e si seguono alcune regole fondamentali. La pianta di zucchino come tutte le Cucurbitacee è molto rigogliosa e sviluppa il suo impianto fogliare in maniera molto pronunciata, soprattutto in larghezza, richiedendo quindi un’area di coltivazione abbastanza vasta. La pianta richiede un clima temperato, un terreno soffice fresco e leggero, molto ricco di sostanze organiche. L’impianto deve essere riparato dal vento, costantemente umido e irrigato ma senza fenomeni di ristagno d’acqua, preferibilmente rivolto a sud. Le piante di zucchino temono le erbe infestanti per cui è necessario intervenire periodicamente con azioni di sarchiatura e leggera zappettatura, soprattutto alla base del colletto. La proliferazione delle infestanti può essere contenuta con la pacciamatura o la copertura del terreno sottostante le piante con teli di tessuto – non tessuto. Questa strategia contemporaneamente impedisce che i frutti si adagino a contatto diretto del terreno e rappresenta un ostacolo all’attività delle lumache.

La coltivazione delle zucchine si può effettuare per semina diretta in pieno campo o per trapianto, con analogo successo. Nel primo caso dopo avere scelto l’area adatta, si prepara con largo anticipo il letto utilizzando letame o composto maturo, da interrare a 30 – 40 cm. di profondità. Giunto il periodo ideale, aprile – maggio, si semina provvedendo a sistemare 2-3 semi in buche opportunamente predisposte e riempite di terriccio mescolato a composto maturo, alla profondità di circa due cm. e ad una distanza di almeno un metro fra di loro. Si provvede poi a innaffiare leggermente l’area di semina, tenendola in seguito costantemente umida evitando fenomeni di stagnazione. Avvenuta la germogliazione si deve mantenere solo la piantina più vigorosa. Per la coltivazione dei zucchini tramite il trapianto si utilizzano vasetti riempiti di terriccio, in ognuno dei quali si seminano 2 – 3 semi e si riparano in un semenzaio protetto fino al momento della crescita della quarta fogliolina, quando si potrà eseguire il trapianto delle piantine più vigorose se è terminato il periodo delle gelate. Si consiglia di seminare e trapiantare in fase di luna crescente.

giardinaggio.net