Nella confezione di una mozzarella venduta a Firenze c’erano due aghi per cucire. Per questo, dopo la denuncia ai carabinieri dei Nas, quasi duemila confezioni di mozzarella del marchio Mukki Centrale del Latte della Toscana S.p.A., in confezioni da 125 grammi e con scadenza 29 giugno 2018, sono state ritirate dal mercato. L’azienda fiorentina ha informato con una nota che “ritiene di poter escludere la possibilità di contaminazione del prodotto da corpi estranei. In ogni caso, come da richiesta degli organismi di controllo, al fine di rassicurare i consumatori, ha effettuato in via precauzionale il ritiro dal mercato del prodotto“.

Secondo le ricostruzioni, la produzione del lotto ritirato dal mercato era infatti stata affidata a un terzista, uno stabilimento della Valcolatte di Piacenza. Secondo il produttore, al lotto interessato appartengono 1.920 confezioni di mozzarella da 125 grammi e, stando a una relazione dello stesso, non sussisterebbero possibilità che un oggetto così estraneo alla filiera produttiva della mozzarella possa finire dentro a una confezione. Sul caso rimangono quindi aperte le indagini.