La notte di San Silvestro è ricca di tradizioni; come il cotechino e le lenticchie che sono le più conosciute e seguite.  Il cotechino e lo zampone, tipici piatti dei cenoni di capodanno, vengono consumati per il loro significato di abbondanza e mangiarli nella notte dell’ultimo dell’anno assicura un anno ricco e fortunato. Non molti sanno che le lenticchie sono tra i legumi più antichi coltivati dall’uomo e venivano preparate, consumate, e legate al significato dell’abbondanza, già in epoca romana. Mangiate a capodanno simboleggiano l’augurio di prosperità e fortuna per l’anno nuovo, questa tradizione ha origine per l’appunto dai romani, che usavano regalare una “scarsella”, ovvero una borsa di cuoio, legata alla cintura e contenente lenticchie, con l’augurio che si trasformassero in tante monete.

www.kasanova.it